Casa Carducci

Casa Carducci

Situato sull'antica cinta muraria fra la porta Maggiore e la porta Santo Stefano, l'edificio risale al primo decennio del XVI secolo, in origine adibito a chiesa e oratorio. Dopo il 1870 lo stabile fu trasformato in casa d’abitazione e, dal 1890 fino alla morte, vi abitò il poeta Giosue Carducci (Valdicastello, 1835 - Bologna, 1907).
Nel 1906 la regina Margherita di Savoia comprò l'appartamento del Carducci con l'idea di donarlo alla città di Bologna insieme alla biblioteca del poeta, già acquistata nel 1902, e l'intero edifici. Il 22 febbraio 1907 la casa-biblioteca venne donata al Comune di Bologna che si impegnava a conservarla perpetuamente, garantendone la pubblica utilità.
Negli anni 1987-1988 l'intero edificio è stato oggetto di un imponente lavoro di restauro strutturale, intrapreso dal Servizio di Edilizia storico-monumentale del Comune di Bologna. L'edificio ora ospita sia la Biblioteca-Museo di Casa Carducci sia il Museo Civico del Risorgimento.
Casa Carducci è un istituto specializzato prevalentemente orientato allo studio e alla ricerca su Carducci e in generale sulla cultura letteraria italiana ed europea dell’Otto e Novecento. Organizza ed ospita mostre, conferenze, convegni. Pubblica saggi, volumi e cataloghi di mostre. È la sede dell’Edizione Nazionale delle Opere di Giosue Carducci e della Commissione per i Testi di Lingua. Al primo piano una sala di studio ospita 10 posti per la consultazione di libri e documenti della biblioteca e dell'archivio.

Orari
lunedì chiuso
martedì; mercoledì; venerdì; sabato (ore) 9 - 13
giovedì (ore) 9-17

Dove

Ingrandisci mappa

Biblioteca | Casa Carducci

Piazza Carducci, 5
40125 Bologna

Dalla stazione F.S:
bus 32 fermata Carducci

Dal centro della città:
bus 25, 27, 18, 19 fermata Mazzini
bus 11 fermata Fondazza o Dante
Informazioni
email
tel. 051 347592 fax 051 4292820