copertina di I luoghi di Giosue

I luoghi di Giosue

La costiera toscana fra la Versilia e la Maremma, le terre della fanciullezza; Bologna, la città dove ha compiuto le fondamentali esperienze letterarie e affettive; Roma, celebrata per il suo glorioso passato e scoperta solo nel 1877, ma soprattutto le Alpi e la Romagna, additata spesso a vera patria, sono fra i luoghi che scandiscono la geografia carducciana.

Allo stesso modo, alcuni ambienti hanno rappresentato un punto di approdo costante e insostituibile per lo scrittore, nell'arco del suo lavoro. Per esempio a Bologna le case dove ha abitato e l'Università in cui ha insegnato per più di quarant'anni; a Firenze le grandi biblioteche frequentate assiduamente. In alcuni di questi luoghi si respira tuttora l'aura carducciana e alcune dimore o stanze abitate da Giosue sono state dedicate alla sua memoria attraverso un processo di musealizzazione.

  • A Bologna

    Nel cuore della «città dell'anima» a ispirare alcune sue memorabili poesie sono alcuni monumenti illustri, come piazza Maggiore, la basilica di San Petronio, i palazzi e le torri.

    vedi i dettagli
  • In Toscana

    Abbandonata all'età di tre anni la Versilia, l'infanzia e l'adolescenza di Carducci si iscrivono, dal 1838 al 1849, nell'aspra Maremma pisana, prima a Bolgheri, quindi a Castagneto.

    vedi i dettagli
  • In Romagna

    Con la terra di Romagna Carducci ha avuto un rapporto favorito. Qui ebbe amicizie forti e radicate, specialmente con la famiglia dei conti Pasolini e il suo colto entourage, senza trascurare i tenaci legami della giovinezza con il côté repubblicano e democratico faentino e l'intellighenzia erudita della città conosciuta tramite l'amico Giuseppe Torquato Gargani (1834-1862).

    vedi i dettagli
  • In montagna

    Carducci ha amato profondamente il paesaggio alpino, scenario di alcune liriche fra le più suggestive e ha frequentato le località più rinomate delle Alpi, cadorine e valdaostane.

    vedi i dettagli
Contenuto inserito il 3 mar 2022 — Ultimo aggiornamento il 25 mar 2022
In copertina: Pieve di Cadore

Dove non diversamente segnalato, i contenuti si intendono liberamente utilizzabili purché se ne citi esplicitamente la fonte e siano a loro volta condivisi. Licenza Creative Commons Attribuzione - condividi allo stesso modo (CC BY-SA 4.0).